Creatività e gioco nella matematica.

In questo post del blog farò riferimento al primo laboratorio di didattica delle matematica per la scuola dell’infanzia del prof. Lariccia che si basa sulla didattica attiva del ” se faccio capisco” .

Durante il laboratorio ci siamo trovate spesso a lavorare in gruppo perchè lo scopo è quello di creare una rete di concetti condivisi che possano poi essere insegnati e tramandati anche ad altri.

Attraverso un esercizio di metacognizione e di ricerca sul web, tramite la creazione di una mappa concettuale, in cmap Tools, ho avuto modo di riflettere sulle relazioni tra giochi e il web e la matematica.

Soffermandomi e pensare sui momenti di vita vissuti normalmente dai bambini alla scuola dell’infanzia con il mio gruppo, ci siamo rese conto che un bambino di cinque anni nelle sue azioni quotidiane viene a contatto con molte situazioni  di matematica “nascoste”.

Quindi ho intuito che si può educare allo sviluppo del pensiero logico e matematico.

Semplici azioni e situazioni quotidiane, che viviamo con i bambini possono essere trasformate sotto forma di gioco, in opportunità di crescita creative e divertenti.

Esaminando i siti,  ritengo opportuno dire che il web rappresenta “un  potente deposito di memoria” da cui attingere.

 Il web può essere paragonato ad un archivio che “raccoglie la memoria di generazioni attraverso la raccolta di conte, giochi e filastrocche che ci sono state tramandate oralmente dalla tradizione popolare.

Ci siamo poi divertite a cercare delle ” varianti matematiche”a giochi semplici e comuni come conte o filastocche. Mi sono resa conto che  il mondo di internet ha permesso di valorizzare componenti che, in campo pedagogico, “fanno la differenza” nell’apprendimento della matematica:

  1.  l’ interattività
  2.  la creatività,
  3.  il divertimento.

Posso affermare con convinzione che i giochi rappresentano dei potenti “catalizzatori matematici”  che influiscono positivamente sull’apprendimento di tutte la materie ma in particolare della matematica. Il computer e internet, infatti sembrano essere nemiche della noia e della ripetizione meccanica di esercizi, dal momento che propongono giochi coinvolgenti, piacevoli e accattivanti  che sviluppano la formazione del pensiero logico e critico.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...